Formazione insegnanti

La Legge n. 107 del 13 luglio 2015, detta della “Buona Scuola”, cambia il sistema formativo e di reclutamento per diventare insegnanti nella scuola secondaria di I e II grado

Concorsi nazionali e percorsi FIT

Verrà bandito un concorso pubblico nazionale, indetto su base regionale o interregionale, a seconda del numero dei posti previsto a bando, e coloro che supereranno il concorso saranno ammessi a frequentare un percorso triennale di formazione, inserimento e tirocinio (percorso FIT) a cui seguirà l’inserimento nella funzione docente. Durante questo percorso si dovranno superare delle valutazioni intermedie e quella finale. Il primo anno sarà finalizzato al conseguimento del diploma di specializzazione, il secondo ed il terzo anno saranno di formazione, tirocinio e primo inserimento della funzione docente. Tale concorso sarà bandito ogni due anni e i posti disponibili saranno quelli che si prevedono essere vacanti e disponibili nel terzo e quarto anno scolastico successivo a quello della data del concorso: i vincitori del concorso, infatti, saranno ammessi al percorso FIT in due successivi scaglioni annuali in base alla graduatoria di merito. I candidati potranno scegliere di partecipare per una sola regione. I titoli di accesso al concorso sono quelli previsti per l’insegnamento delle singole discipline: laurea magistrale o a ciclo unico, o diploma di secondo livello dell’alta formazione artistica musicale coreutica, con i loro eventuali crediti, inoltre sarà necessario possedere ulteriori 24 crediti formativi universitari o accademici nelle aree di discipline antropo-psico- pedagogiche e nelle metodologie e tecnologie didattiche.

Di questi 24 crediti se ne dovranno possedere almeno 6 in almeno tre dei seguenti quattro ambiti disciplinari:

a) pedagogia, pedagogia speciale e didattica dell’inclusione
b) psicologia
c) antropologia
d) metodologie e tecnologie didattiche

Il concorso prevede tre prove di esame delle quali due, a carattere nazionale, scritte e la terza orale – per i candidati ai posti di sostegno è prevista una prova aggiuntiva a carattere nazionale. Nella prova orale, oltre alle conoscenze e alle competenze delle discipline della classe di concorso per cui si concorre, saranno verificate le conoscenze di una lingua straniera europea, almeno a livello B2, e le conoscenze di informatica di base.

Fase Transitoria

In attesa della definizione dettagliata dei suddetti percorsi FIT, il decreto legislativo numero 59 del 13 aprile 2017, che costituisce uno degli otto decreti attuativi della delega per riforma del sistema di istruzione scolastica, disciplina il percorso unitario di accesso e formazione ai ruoli a tempo indeterminato del personale docente della scuola secondaria, nonché dell’insegnamento tecnico-pratico. Tutte le laureate e tutti i laureati potranno partecipare ai concorsi ordinari per l’accesso ai percorsi FIT, a patto che abbiano conseguito 24 crediti formativi universitari nei suddetti settori formativi antropo-psico- pedagogici o nelle metodologie didattiche. I concorsi saranno su base regionale ed avranno cadenza biennale. Il suddetto decreto legislativo numero 59 disciplina anche la fase transitoria, in dettaglio l’art. 17 del decreto disciplina il reclutamento transitorio per il personale docente provvisto di alcune specifiche caratteristiche (i docenti già abilitati o i docenti, che pur non essendo abilitati, abbiano almeno tre anni di servizio). I concorsi per tali tipologie di docenti saranno banditi nel 2018.

Acquisizione 24 CFU  

Il recente D.M. n. 616 del 10 agosto 2017 del MIUR, individua in questa fase transitoria i 24 CFU che costituiscono requisito di accesso ai concorsi per docente della scuola secondaria per laureati magistrali e diplomati accademici, secondo quanto previsto all’art. 5, comma 4, del D.L. n. 59 del 13 aprile 2017.   

Nei precedenti D.P.R. n. 19 del 14 febbraio 2016 e D.M. n. 259 del 9 maggio 2017, il MIUR ha rivisto e integrato le classi di concorso per insegnanti nella scuola secondaria di I e II grado. Nelle tabelle allegate ai suddetti decreti sono indicate le lauree e i requisiti corrispondenti alle classi stesse.

L’Università di Camerino sta predisponendo l'offerta didattica e sta definendo tutte le relative procedure (organizzazione percorsi, relativi contributi, riconoscimento crediti già acquisiti, e altro) per l’acquisizione dei 24 CFU in discipline antropo-psico- pedagogiche e metodologie e tecnologie didattiche, validi come requisito di accesso al futuro concorso nazionale per titoli ed esami per selezionare i candidati all’accesso al percorso di formazione iniziale e tirocinio (FIT) su posti comuni e di sostegno.

 

NOVITA'

E' attivo il percorso formativo (PF24) finalizzato all'acquisizione di 24 CFU per l'accesso al percorso FIT

Le lezioni inizieranno nel mese di febbraio 2018; gli interessati sono invitati a consultare periodicamente questa pagina web per gli aggiornamenti sui dettagli dell’erogazione dell’offerta formativa (docenti, orario e luogo delle lezioni frontali, ecc.)