F.A.Q

  1. Qual è la differenza tra Master di primo livello e Master di secondo livello?
  2. Ai fini dell’ammissione al Master, cosa bisogna fare se si possiede un titolo di studio conseguito all’estero?
  3. Per frequentare un Master Universitario è necessario essere laureati?
  4. Quanto dura un Master ?
  5. Come si conseguono i CFU?
  6. E’ possibile iscriversi ad un Master se si è già iscritti ad un altro corso di studio?
  7. Cos’è un Corso di perfezionamento?
  8. Cos’è un Corso di Formazione o di Aggiornamento professionale?
  9. Che cosa sono i corsi di alta formazione?
  10. Si possono ottenere ECM e crediti formativi?
  11. Come fare per sapere quali Master o Corsi di perfezionamento sono attivati presso l’Università di Camerino?
  12. Cosa bisogna fare se si incontrano problemi nella procedura di presentazione della domanda di iscrizione?
  13. A chi ci si può rivolgere per avere notizie sul contenuto didattico o sul calendario del corso?
  14. E’ possibile usufruire di borse di studio?
  15. E’ possibile sospendere il Master?
  16. Cosa devo fare per conseguire il titolo di Master?
  17. Come fare in caso di rinuncia?
  18. Come ritirare il Diploma di Master?
  19. Le Tasse di iscrizione sono fiscalmente detraibili?
  20. E’ previsto un periodo di stage?
  21. Sono previsti Master in FAD?

1 - Qual è la differenza tra Master di primo livello e Master di secondo livello?
Per accedere ai Master di primo livello è sufficiente aver conseguito la Laurea di primo livello oppure altro titolo universitario di durata almeno triennale, conseguito secondo gli ordinamenti previgenti il D.M. 509/1999 (vecchio ordinamento), equiparato alla Laurea di primo livello ai sensi della normativa vigente. Per accedere, invece, ai Master di secondo livello è necessario aver conseguito la Laurea Magistrale/Specialistica oppure la Laurea conseguita secondo gli ordinamenti previgenti il D. M. 509/1999. I Master di primo livello sono classificati, nel “Quadro dei Titoli Italiani”, come titoli di secondo ciclo, mentre i Master di secondo livello sono titoli del terzo ciclo.
^

2 - Ai fini dell’ammissione al Master, cosa bisogna fare se si possiede un titolo di studio conseguito all’estero?
Ai soli limitati fini dell’iscrizione al corso il Consiglio Scientifico può riconoscere idonei titoli di studio conseguiti all’estero. I cittadini italiani e stranieri in possesso di un titolo accademico straniero dovranno presentare, entro il termine ultimo previsto per l’iscrizione, nel rispetto delle norme vigenti in materia di ammissione degli studenti stranieri, la seguente documentazione: - titolo di studio tradotto e legalizzato dalla Rappresentanza italiana (Ambasciata o Consolato) nel Paese in cui esso è stato conseguito; - “dichiarazione di valore in loco” da richiedere alla stessa Rappresentanza. Per ulteriori informazioni consultare il sito www.miur.it – Università – Studenti – Studenti stranieri.
^
3 - Per frequentare un Master Universitario è necessario essere laureati?
Sì, può essere ammessa l’iscrizione ai master in qualità di uditore anche a soggetti privi della Laurea, sia per i Master di primo che di secondo livello. In tal caso, al termine del master, sarà rilasciato solo un attestato di partecipazione.
^
4 - Quanto dura un Master?
I Master possono essere di durata annuale o biennale. Nel primo caso richiedono un impegno complessivo di almeno di 1500 ore, distribuite tra attività didattiche (frontali, FAD, workshop, seminari, ecc), stage e studio individuale, alle quali corrisponde l’acquisizione da parte degli iscritti di almeno 60 Crediti Formativi Universitari. Nell’ipotesi di Master biennali la durata complessiva deve essere di almeno 3000 ore, distribuite come sopra, corrispondenti a 120 CFU. La frequenza è obbligatoria.
^
5 - Come si conseguono i CFU?
Analogamente ai Corsi di Laurea il conseguimento dei crediti, corrispondenti all’articolazione delle varie attività formative, è subordinato al superamento di una prova finale di accertamento delle competenze complessivamente acquisite, tenuto anche conto delle attività pratiche. Il Consiglio Scientifico del Master può eventualmente riconoscere come crediti acquisiti ai fini del completamento del master, con corrispondente riduzione del carico formativo dovuto, attività formative e di perfezionamento precedentemente seguite e delle quali esista attestazione, purché coerenti con gli obiettivi formativi e i contenuti del master.
^
6 - E’ possibile iscriversi ad un Master se si è già iscritti ad un altro corso di studio?
No, l’iscrizione ad un Master è incompatibile con l’iscrizione ad altro corso di studi, laurea, laurea specialistica/magistrale, corso di specializzazione, dottorato di ricerca, altro master universitario o altro corso di durata annuale.
^
7- Cos’è un Corso di perfezionamento?
I corsi di perfezionamento hanno l’obiettivo di approfondire un ambito disciplinare, secondo modalità, requisiti, durata stabilite dall’Università per ogni singolo corso. I corsi possono prevedere attività formative per un massimo di 300 ore, corrispondenti a 12 CFU (crediti formativi universitari), possono avere durata non superiore ad un anno e sono rivolti a coloro che sono in possesso di titolo di studio di livello universitario (art. 16, DPR 162/82). La frequenza ai Corsi di perfezionamento è obbligatoria e si conclude con il rilascio di un attestato eventualmente corredato dall’attribuzione di crediti universitari. I corsi di perfezionamento e di aggiornamento professionale sono aperti a coloro che siano in possesso dei seguenti titoli universitari: diploma universitario, laurea, laurea specialistica/magistrale. Possono inoltre essere aperti a coloro che sono in possesso di diploma di istruzione di secondo grado e che hanno maturato esperienze professionali ritenute congrue agli scopi del corso. L’iscrizione ai Corsi di Perfezionamento non è incompatibile con la contemporanea iscrizione a corsi di laurea, laurea specialistica/magistrale, master, dottorati di ricerca, corsi di specializzazione. È possibile frequentare più corsi di perfezionamento contemporaneamente. I corsi possono essere ad iscrizione diretta oppure con prova di selezione: le diverse modalità sono specificate nell’avviso di ammissione relativo al corso prescelto.
Al termine del corso, agli studenti che abbiano frequentato rispettando gli obblighi previsti dall’avviso di ammissione viene rilasciato un attestato.
^
8 - Cos’è un Corso di Formazione o di Aggiornamento professionale?
I corsi di aggiornamento professionale rappresentano un’opportunità di approfondimento rivolta a determinati settori del mondo del lavoro o categorie con specifiche necessità di aggiornamento sulle competenze teorico-pratiche proprie dell’ambito in cui operano. I corsi di formazione o di aggiornamento professionale sono aperti a coloro che sono in possesso di diploma di istruzione di secondo grado e/o che hanno maturato esperienze professionali ritenute congrue agli scopi del corso. La frequenza ai Corsi di Formazione è obbligatoria e si conclude con il rilascio di un attestato eventualmente corredato dall’attribuzione di crediti universitari.
^
9 - Che cosa sono i corsi di alta formazione?
I corsi di alta formazione sono pensati per lavoratori dipendenti e autonomi che desiderino approfondire ad alto livello le competenze in ambiti specialistici legati alla propria attività. I corsi sono articolati in modo da venire incontro alle esigenze didattiche e organizzative di chi è impegnato nel mondo del lavoro: di qui un’offerta di corsi dotati di particolare flessibilità nelle modalità formative (suddivise tra didattica frontale e lavoro individuale) e nella personalizzazione dell’insegnamento.
Per l’ammissione è necessario almeno il diploma di scuola superiore
^
10- Si possono ottenere ECM e crediti formativi?
L’Università di Camerino organizza e ospita quotidianamente congressi, seminari, conferenze: una parte cospicua di queste iniziative è valida per ottenere i crediti formativi richiesti dai singoli Ordini professionali ai propri iscritti. Ogni Ordine, infatti, prevede in genere un numero minimo di crediti da raggiungere, con cadenza periodica, per certificare il percorso di aggiornamento professionale. I crediti possono essere conseguiti con la partecipazione a eventi formativi o con pubblicazioni.
Il principio è divenuto vincolante con il decreto legge 138/2011 (convertito con la legge 248/2011), che ha stabilito l’obbligo per i professionisti di seguire percorsi di formazione continua permanente, sulla base di regolamenti emanati dagli Ordini, che devono prevedere sanzioni in caso di inosservanza.
Da tempo invece è obbligatoria l’ECM (educazione continua in medicina), un programma di aggiornamento per medici e professionisti della sanità. Il decreto legislativo 502/92 prevede la partecipazione alle attività di formazione continua come requisito necessario per lavorare nel Servizio Sanitario Nazionale o in strutture sanitarie private accreditate. Il sistema ECM contempla l’obbligo di raggiungere un numero prefissato di crediti formativi ripartiti su base pluriennale.
Le regole sullo specifico numero di crediti richiesti ad ogni professionista e le modalità di conseguimento sono reperibili sul sito Internet dell’Ordine professionale di appartenenza.
^
11 - Come fare per sapere quali Master o Corsi di perfezionamento sono attivati presso l’Università di Camerino?
L’Offerta dei Master è disponibile sul sito internet dell’Ateneo alla pagina http://www.unicam.it/offerta-formativa/master mentre quella relativa ai Corsi di Perfezionamento è disponibile alla pagina ' Corsi di perfezionamento e di aggiornamento professionale ' .
^
12- Cosa bisogna fare se si incontrano problemi nella procedura di presentazione della domanda di iscrizione?
Per ogni eventuale problema tecnico e/o operativo, è a disposizione la casella di posta elettronica: postlaurea@unicam.it , oppure su ogni singolo bando dei corsi viene segnalata la e mail e/o il numero telefonico del Direttore del Corso.
^
13 - A chi ci si può rivolgere per avere notizie sul contenuto didattico o sul calendario del corso?
I bandi di ammissione riportano gli estremi (telefono, indirizzo e-mail, ecc.) del Direttore del Corso e dei referenti che è possibile contattare per avere informazioni relative al contenuto didattico del corso nonché al calendario delle lezioni.
^
14 - E’ possibile usufruire di borse di studio?
Di norma per frequentare i Master occorre versare la quota di iscrizione riportata nel bando di ammissione. Tuttavia borse di studio, “voucher” formativi, esenzioni o riduzioni della quota di iscrizione possono essere previste nei bandi ammissione.
^
15 - E’ possibile sospendere il Master?
In nessun caso può essere consentita la sospensione degli obblighi di frequenza dal Master.
^
16 - Cosa devo fare per conseguire il titolo di Master?
Per conseguire il titolo è necessario aver rispettato gli obblighi di frequenza previsti dal bando, aver superato tutte le prove di verifica intermedie previste e la prova finale. Per essere ammesso alla prova finale è necessario essere in regola con i pagamenti dei contributi di iscrizione.
^
17 - Come fare in caso di rinuncia?
In caso di iscrizione e successiva rinuncia a proseguire nel Master, l’interessato è tenuto a darne comunicazione scritta al Direttore del Master. Se la rinuncia avviene successivamente alla data di ‘scadenza iscrizione’ prevista nel bando non è previsto alcun rimborso di quanto versato.
^
18- Come ritirare il Diploma di Master?
Il Diploma di Master normalmente viene consegnato al corsista appena concluso l’esame finale, oppure può ritirarlo dal Direttore del Corso e presso la S.A.S. - Polo Alta Formazione, in Via C. Lili n. 55 – 62032 Camerino (MC). Se l’interessato non può presentarsi personalmente a ritirare il diploma, deve rilasciare una delega, su copia di un documento di riconoscimento, alla persona incaricata.
^
19 - Le Tasse di iscrizione sono fiscalmente detraibili?
Le Tasse di iscrizione per la frequenza dei corsi Master sono considerate oneri detraibili per i quali è riconosciuta, ai fini della dichiarazione per la determinazione dell’imposta sui redditi delle persone fisiche (IRPEF), una detrazione d’imposta del 19% (art. 15 TUIR 22/12/1986 n. 917 e art. 49 D.lgs. 15/12/97 n. 446).
^
20 - E’ previsto un periodo di stage?
Nell’Ordinamento didattico del master è previsto un periodo di tirocinio (funzionale, per durata e modalità di svolgimento, agli obiettivi formativi del corso). Lo stage viene di norma svolto presso gli enti e/o soggetti, sia pubblici che privati, che, a vario titolo, collaborano per lo svolgimento del master, e costituisce un momento particolarmente importante in quanto rappresenta l’occasione per applicare, in ambito professionale, quanto appreso durante le lezioni didattiche. Nei bandi di ammissione, a volte, sono indicate le aziende o gli enti presso le quali si può svolgere il tirocinio formativo. Lo stage non è in alcun modo considerabile come un rapporto di lavoro subordinato.
^
21 - Sono previsti Master in FAD?
Si, alcuni Master possono prevedere modalità di erogazione delle lezioni, oltre che in presenza, anche a distanza, ossia in modalità FAD. I corsi FAD permettono di assistere a vere e proprie lezioni virtuali o di accedere ai materiali didattici on-line. I corsi FAD hanno gli stessi contenuti di quelli in presenza.
^