Gruppo di ricerca in PROcesses and Services Lab

L'unità di ricerca dell'Università di Camerino che ha contribuito al progetto “Challenge” è stato coordinata dal prof. Graziano Leoni ed ha visto coinvolte due unità che hanno contribuito rispettivamente con competenze nell'ambito degli aspetti architettonici e sociali e nell'ambito delle tecnologie e metodologie informatiche, quest’ultima coordinata dal Prof. Andrea Polini che è stato coadiuvato dal dott. Roberto Gagliardi e da borsisti della Scuola di Scienze e Tecnologie.

Il progetto ha richiesto, in tale contesto, di sviluppare sistemi per il rilevamento dei dati della popolazione residente presso l'Hotel House nonché l'analisi degli stessi al fine di poter identificare criticità di tipo sociale, strutturale e finanziario. Il sistema sviluppato ha poi tenuto in massimo conto le problematiche della privacy dei residenti stessi ed ha implementato protocolli e strumenti che in relazione a dati sensibili non permettano di risalire ai soggetti coinvolti.

Gli strumenti di analisi sono ora a disposizione degli altri partner del progetto, che potranno dunque utilizzare lo strumento al fine di meglio capire il "fenomeno Hotel House" in relazione agli aspetti sopra menzionati.
 

Le attività svolte nel progetto “Challenge” fanno parte delle tematiche affrontate dal laboratorio di ricerca PROS Lab di cui il prof. Polini è membro. Il gruppo di ricerca, a cui afferiscono anche il prof. Flavio Corradini, il prof. Francesco Tiezzi, la prof.ssa Barbara Re, il dott. Andrea Morichetta e altri ricercatori Junior, svolge attività di ricerca negli ambiti dell'Ingegneria del Software e dei Metodi Formali applicati allo sviluppo di sistemi software complessi.

In tali ambiti il gruppo ha maturato molte esperienze progettuali in contesti di ricerca internazionali con la partecipazione a progetti finanziati dalla commissione europea (CHOReOS, LearnPAd il cui coordinamento scientifico è stato svolto dal Prof. Polini stesso), e a progetti di ricerca nazionali nel contesto dei bandi PRIN (“Methods and Tools for Trustworthy Smart Systems”, “Large-Scale IoT Systems”). 

Il gruppo di ricerca ha inoltre attive molte collaborazioni di ricerca e trasferimento tecnologico con aziende del settore ICT.