Nota del Rettore dell'Università di Camerino

Archivio comunicati stampa
2021 (51)
2020 (132)
2019 (138)
2018 (158)
2017 (143)
2016 (133)
2015 (40)

L’Università di Camerino esprime sgomento e indignazione per quanto accaduto nella città di Fermo, condannando con sdegno il brutale omicidio di Emmanuel Chidi Namdi, morto per aver tentato di difendere la dignità della sua compagna da un ignobile e inaccettabile insulto razzista, manifestando solidarietà, affetto e vicinanza alla giovane donna, che con una forza esemplare, si trova ad affrontare quest’ulteriore difficilissima prova.

Ribadisce la necessità e l’importanza di estirpare dalle coscienze di ognuno il terribile germe dell’odio razziale, dell’intolleranza e dell’ignoranza, affinché si possa ancora parlare di società libera e civile: finché ogni gesto e ogni pensiero non saranno rivolti alla creazione di opportunità di condivisione, tolleranza e accoglienza, nessuno potrà essere degno di chiamarsi donna o uomo.

L’Ateneo camerte è fiero di vedere rappresentati, all’interno delle proprie aule, ben 56 Paesi del mondo, con iscritti provenienti da differenti culture, etnie, religioni e abitudini che costituiscono un indiscusso e irrinunciabile arricchimento alla formazione culturale e umana della persona, strumento indispensabile per l’abbattimento delle barriere dell’odio e dell’intolleranza, nella convinzione che l’integrazione tra i popoli sia l’unico strumento possibile per costruire un futuro di pace e di sviluppo.

Il Rettore
Flavio Corradini

 


 

data di pubblicazione: 
Giovedì, 7 Luglio, 2016
autore: 
Egizia Marzocco
L M M G V S D
 
1
 
2
 
3
 
4
 
5
 
6
 
7
 
8
 
9
 
10
 
11
 
12
 
13
 
14
 
15
 
16
 
17
 
18
 
19
 
20
 
21
 
22
 
23
 
24
 
25
 
26
 
27
 
28
 
29
 
30
 
 
 
 
 

Unicam su Facebook