Bando

TEMI DI STUDIO E DI PROGETTO 
In un Paese come il nostro, ricco di sedimentazioni storiche, non si può eludere il rapporto fra architettura contemporanea e preesistenze.
Su questo tema si sono scontrate opposte tendenze: del restauro, inteso come chiusura ad ogni possibilità di intervento che non sia di conservazione fissa e immutabile dello stato di fatto, tanto più rigida quanto più riferita a cose lontane nel tempo e della tabula rasa intesa, viceversa, come ansia di novità progettuali ad ogni costo, spesso assimilate in modo acritico e superficiale da orientamenti figurativi maturati e motivati altrove.
Fortunatamente esiste la via della trasformazione come opportunità di rinnovamento e rigenerazione a nuovo uso di manufatti, spazi e luoghi del passato, a favore delle mutate esigenze della società contemporanea e, allo stesso tempo, per esaltare reciprocamente i caratteri del contesto storico e dell’architettura contemporanea nel rapporto dialettico fra antico e nuovo.

L’argomento, sommariamente introdotto, verrà trattato nei tre laboratori previsti dal Seminario:
- Risanamento, ricostruzione, riuso
- Nuovi valori per i borghi e le città storiche
- Nuovi spazi di relazione e di socialità 

PROGRAMMA 
Le giornate di studio comprenderanno sessioni con brevi relazioni programmate, comunicazioni e conversazioni interdisciplinari alternate a laboratori all’interno dei quali tutti gli iscritti potranno presentare i loro lavori e confrontarsi sui diversi aspetti dei temi progettuali proposti. Sarà allestita la mostra delle opere presentate dai partecipanti al premio con relativo catalogo.
Nella giornata conclusiva saranno assegnati gli attestati di partecipazione e i premi SACU 2019.
Il seminario comprenderà la Festa camerte dell’Architettura con eventi d’arte, allestimenti e incontri conviviali. Una monografia del seminario sarà pubblicata sulla rivista ARCHITETTURAeCITTÀ, Di Baio Editore.

COME PARTECIPARE AL SEMINARIO
Al seminario possono partecipare studenti, ricercatori, docenti, professionisti e operatori interessati al tema.
La partecipazione al seminario consente ai professionisti iscritti agli Ordini degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori l'acquisizione di 20 crediti formativi di cui al DPR 137/2012 (n. 4 crediti giornalieri).
Il seminario avrà carattere residenziale; i partecipanti potranno soggiornare presso collegi universitari o strutture equivalenti a costi convenzionati (20 Euro per notte, 8 Euro a pasto).
Il contributo di iscrizione è di 80 Euro.

Le domande dovranno pervenire on line entro il 27 luglio 2019 (o entro l'11 luglio 2019 se si partecipa anche al Premio) tramite l'apposita scheda di iscrizione.

COME PARTECIPARE AL PREMIO 
La partecipazione al premio è facoltativa ed è riservata agli iscritti al Seminario di Architettura e Cultura Urbana - Camerino 2019.
Possono partecipare professionisti, laureati e studenti delle Scuole di Architettura e di Ingegneria italiane e straniere. La partecipazione può avvenire sia in forma individuale che di gruppo. In caso di partecipazione di gruppo sarà sufficiente che si iscriva e partecipi al seminario almeno un componente del gruppo stesso. Ogni partecipante, singolo o gruppo, potrà presentare un solo lavoro.
Il premio:
Sono ammessi Lavori inediti (progetti, ricerche, opere realizzate) compiuti dal 2014 in poi. Gli stessi dovranno essere attinenti ai temi progettuali proposti dal seminario e contenere i principi ispiratori evidenziati in premessa; in particolare dovranno contenere elementi innovativi di idee, tecnologie, programmi per una Architettura ecologica e di qualità.

ELABORATI RICHIESTI 
La presentazione degli elaborati prevede due fasi distinte:

nella prima fase gli elaborati dovranno pervenire on-line allegati alla domanda di iscrizione al seminario entro e non oltre l’11 luglio 2019 (11.07.2019). Gli stessi consisteranno in due (n.2) file in formato JPG o PDF, 300 DPI, ognuno di dimensioni cm  18 (base) x 26,7 (altezza) contenenti una sintesi informativa del Lavoro, costituita da alcune illustrazioni significative e un breve testo (font Arial, corpo non inferiore a 9); il tutto chiaramente leggibile e riproducibile tipograficamente. Nell’intestazione della prima cartella dovranno essere evidenziati: autore/i e titolo del Lavoro.
I partecipanti dovranno, inoltre, evidenziare nell'intestazione anche l'ambito in cui si è svolta l'esperienza progettuale (Ente committente; ovvero Università, Anno, Corso, Tesi di Laurea, Relatore ...).
Il materiale pervenuto sarà raccolto in catalogo e distribuito nelle giornate del seminario.

Nella seconda fase ogni partecipante, da martedì 30 luglio avrà a disposizione una superficie espositiva di circa cm 170 x 180h che potrà liberamente occupare con tavole grafiche e/o fotografiche del Lavoro svolto per una mostra collettiva che si svolgerà durante il seminario. Le tavole potranno essere appese esclusivamente con nastro adesivo (rimovibile) o a ganci predisposti se montate su supporto rigido munito di attaccaglie. Nei laboratori i partecipanti potranno esporre brevemente il loro lavoro per la migliore comunicazione degli intenti e dei risultati progettuali e conversare collegialmente sui temi proposti al fine di favorire la circolazione di idee, conoscenze, esperienze. Per la comunicazione si consiglia di preparare anche materiale per video proiezioni.

Richieste di chiarimento possono essere inoltrate per e-mail a giovanni.marucci@unicam.it, le risposte saranno pubblicate sul web: www.unicam.it/culturaurbana (Premio SACU 2019 - FAQ).

PREMIAZIONE - GIURIA 
Il Premio di Architettura SACU 201consiste in complessivi 4.000 € così ripartiti:
1.500 € al 1° classificato
n. 2 rimborsi spese da 500 €
n. 2 segnalazioni

Premio della Critica 
1.500 €

È prevista l’eventuale assegnazione di premi ex-aequo. Tutti i Lavori premiati e segnalati saranno pubblicati sul numero del periodico ARCHITETTURAeCITTÀ che tratterà del Seminario.
La premiazione avverrà a conclusione del Seminario. I Lavori saranno selezionati con votazione espressa dai partecipanti iscritti al Seminario. Infine una commissione formata da:

  • Presidente del Consiglio Nazionale Architetti, PPC o suo delegato
  • Presidente Ordine Architetti, PPC della provincia di Macerata o suo delegato
  • n. 3 fra professionisti e docenti invitati al seminario, provenienti da diverse sedi universitarie

assegnerà, a suo inappellabile giudizio, i premi e i riconoscimenti previsti.
La stessa commissione si riserva la facoltà di assegnare il Premio della critica fra tutti i lavori presentati.

INFORMAZIONI

Direttore 
Giovanni Marucci architetto
giovanni.marucci@unicam.it

Segreteria
tel. 0737 434795 - 333 100 3273

  CNAPPCOrdine MCarcheoclub inarch INUANIAI