Portfolio Linguistico Europeo

Lo scopo del Portfolio Linguistico Europeo (the European Language Portfolio) è di contribuire ad una cittadinanza europea democratica ed alla mobilità dei cittadini in Europa con la creazione di uno strumento in grado di promuovere il plurilinguismo; esso documenta e valorizza le esperienze di studio linguistiche e la competenza raggiunta in modo trasparente e internazionale.
 
Il Portfolio consiste in tre parti: un passaporto che documenta sia le qualifiche formali raggiunte che l'autovalutazione, una biografia linguistica che decrive il livello di conoscenza della lingua raggiunto e le esperienze di studio, e un dossier che può comprendere il lavoro fatto. Il Portfolio verrà via via aggiornato con il progredire e l'ampliamento linguistico dell'intestario del documento.
 
Il progetto Portfolio ha due principali intenti: (a) motivare coloro che imparano con il riconoscere i loro sforzi per ampliare e diversificare le loro capacità linguistiche a tutti i livelli,
(b) fornire una documentazione delle capacità linguistiche e culturali raggiunte (documentazione che diventerà punto di riferimento, per esempio, nell'attestare un più alto livello di apprendimento raggiunto o come curriculum nel cercare un impiego nel proprio paese o all'estero).
 
Ci sono stretti collegamenti tra il Quadro Europeo di Riferimento (the Common European Framework) ed il Portfolio Linguistico Europeo; essi condividono la scala di valutazione (e auto-valutazione) - questo renderà più facile il confronto tra le varie qualificazioni linguistiche.
Il Portfolio Linguistico Europeo è un iniziativa del Consiglio d'Europa.